Tre riunioni in una sola settimana [errata corrige]

tempi moderniGiunta stacanovista quella di Capoterra. Dopo circa due mesi di "fermo biologico", in cui la Giunta ha potuto riprodursi e riprendersi dallo stress dei mesi passati, l'Amministrazione riprende i lavori partendo in quarta. In una settimana ben tre riunione consiliari. All'ordine del giorno la riduzione delle tasse TARI e TASI? Il condono di tutte le bollette arretrate dell'acqua e dell'IMU? Non esattamente. Seguendo una lunga tradizione, che si perde nella notte dei tempi, l'Amministrazione ha ben pensato di estendere il week-end fino a martedì e di anticiparlo a giovedì piazzando di lunedì, di martedì e di venerdì tre distinte riunioni, il tutto sicuramente per la gioia dei datori di lavoro dei tanti consiglieri che siedono negli scranni del consiglio comunale.

Le tre riunioni, neppure farlo appòsta, saranno esattamente alle ore 9,00, per quanto riguarda la seduta di lunedì, alle ore 8,30 per la seduta di martedì e alle 15 di venerdì. Orari non proprio elastici per far partecipare la popolazione ma abbastanza comodi per chi dovrebbe invece lavorare...  Un week-end lungo dicevamo, per discutere di tanti problemi che attanagliano Capoterra. Lunedì ad esempio, un argomento che sta a cuore a migliaia di cittadini: Adozione ai sensi degli artt.20 e 21 della L.R. 45/1989 della variante al Piano Particolareggiato del centro storico e Esame delle osservazioni al piano urbanistico comunale adottato con la delibera n°25 del 27/08/2012 – determinazioni.
Più interessante l'ordine del giorno per martedì 27: celebrazione del Giorno della Memoria.

Venerdì 30, invece, si discute di Esame delle osservazioni al piano urbanistico comunale adottato con la delibera n°25 del 27/08/2012. Se pensavate che i gettoni di presenza fossero utilizzati dai nostri rappresentanti, eletti democraticamente, per risolvere i problemi di Capoterra vi sbagliavate di grosso. In un paese dove le strade versano in uno stato pietoso e il servizio di raccolta differenziata costa quasi quanto un rene ad ogni cittadino, la Giunta pensa ai problemi di un popolo che a loro di noi interessa meno di niente ovvero impiegano due giorni distinti per discutere, a grandi linee, dello stesso argomento. Incorporare le tre riunioni in un'unica data era troppo complicato? Del resto, i nostri amministratori confidano sempre nel menefreghismo generale e in questo clima sanno bene che tutto è lecito.

Stampa Email