Circolare relativa agli obblighi di rimozione dei rifiuti abbandonati lungo le strade

Scritto da CapoterraOnLine on . Pubblicato in In breve

È noto che il paesaggio e la qualità dell’ambiente sono importanti risorse su cui si fonda il futuro della nostra isola, soprattutto in chiave turistica. Le strade, in particolare, costituiscono uno dei biglietti da visita del territorio della Sardegna, il primo degli elementi del nostro paesaggio che sono osservati dai visitatori durante le loro percorrenze in macchina o in autobus; esse permettono di raggiungere le nostre bellezze naturali e culturali, i nostri paesi montani, le nostre coste.

Tuttavia, attrarre più turisti nella nostra isola comporta l’onere di garantire un ambiente vivibile e, pertanto, delle strade più pulite.
L’Assessore della difesa dell’ambiente, Giorgio Oppi, constatato che quotidianamente pervengono all’Assessorato segnalazioni di privati cittadini e mass media in merito allo stato di degrado in cui versano le strade della Sardegna a causa dell’abbandono incontrollato di rifiuti, rileva che, nonostante la Regione Sardegna abbia investito negli anni diversi milioni di euro per finanziare campagne di rimozione di rifiuti dalle aree prossime alla viabilità, l’inciviltà di molti cittadini, sardi e non, impedisce di mantenere nel tempo i risultati di tali attività, arrecando ingenti danni all’immagine turistica del nostro territorio e comportando, inoltre, pericoli di innesco di incendi nel periodo estivo.
Pertanto, al fine di porre rimedio alle situazioni di degrado che stanno proliferando nel nostro territorio, l’Assessore ha diramato una circolare al fine di richiamare gli enti competenti alla necessità di una corretta gestione delle infrastrutture viarie individuando le norme cui attenersi e gli strumenti da poter utilizzare.
Consulta i documenti
Circolare Assessore Difesa Ambiente 17.10.2012 [file .pdf]
Regione Autonoma della Sardegna
 

Stampa