Alluvione: sui danni ai beni mobili ed alle autovetture almeno la beffa è evitata. Di Leopoldo Marrapese

Leopoldo Marrapese consigliere comunale PD – Alluvione: sui danni ai beni mobili ed alle autovetture almeno la beffa è evitata. Proprio così! Perché oltre al danno sofferto ai beni mobili ed alle autovetture i nostri concittadini hanno rischiato la beffa. Dopo aver ricevuto il contributo della regione a titolo di risarcimento dei danni subiti ai beni mobili ed alle autovetture, molti di loro si sono visti recapitare la comunicazione di revoca del contributo in precedenza erogato, ed in molti casi già legittimamente speso, con il rischio di dover correre in banca per farsi prestare i soldi per restituire il contributo appena ricevuto.

La comunicazione di revoca del contributo, si fondava su una interpretazione a dir poco “macchinosa” del quadro normativo di riferimento, L.R. 29 ottobre 2008, n. 15 e deliberazione di giunta regionale n.61/1 e 67/2 rispettivamente del 6 e 28 novembre 2008, sul quale c’era evidente necessità di fare chiarezza.

E questo è quanto il Consiglio Comunale di Capoterra ha deliberato con voto unanime in data 24 marzo 2010 recependo, in un documento unico, la mozione presentata dal consigliere Leopoldo Marrapese e quella presentata dal consigliere Giannetto Soi presidente della 1^ commissione consiliare, nel corso della seduta del 23 marzo 2010 (vedasi verbale di C.C. allegato).

Naturalmente il documento votato è stato arricchito di contenuti con il contributo prezioso di tutti i colleghi consiglieri ai quali rivolgo il mio personale ringraziamento.

Nei giorni scorsi è arrivato il tanto atteso provvedimento, con il quale la giunta regionale ha rivisto le proprie scelte. Ora aspettiamo che vengano annullati i provvedimenti di revoca dei contributi concessi, e che tutti possano ricevere il giusto indennizzo per i danni sofferti.

  • Articoli correlati

Stampa Email

Commenti   

0 #6 GM 2010-06-09 17:55
Che sia una bravissima persona non c'è dubbio, non centra nulla quello che stai dicendo caricando le colpe su Milia che a mio avviso non centra un fico secco. Non era candidato nei Comunisti? era lui come Giannetto SOI che doveva prendere voti o Milia?.

Alle elezioni il motto è:

- Si viene eletti.
- Si prende un discreto numero di voti da rimanere in bella figura.
- Si viene "Trombati".

L'unico che per ora può cantare un successo in paese e solo Marongiu con i suoi quasi 2000 voti, poi ci sono Littarru e Farigu che con i voti e il piazzamento in classifica a livello locale e provinciale hanno fatto una discreta figura.

Gli altri hanno fatto tutti una figura di..... e quindi a mio avviso sono da iscrivere nell'albo della lista dei "TROMBATI 2010"

;-);-);-)
Citazione
0 #5 C.S. 2010-06-09 11:53
Giannetto Soi è una bravissima persona, sfortunatamente milita in una formazione politica oramai minoritaria, ma non per questo è meno valido di politici che navigano a vista in grandi partiti e sono bravi a fare clientela e brillano per la totale assenza di un progetto politico!
Citazione
+1 #4 GM 2010-06-08 19:48
Complimenti a SOI, nonostante le critiche dobbiamo ammettere che gli è stato riconosciuto tutto il lavoro che ha svolto in questi 4 anni, il grande risultato delle Provinciali 243 Voti, sono la dimostrazione di quanto Capoterra lo abbia premiato e lo voleva a tutti i costi eleggere Consigliere Provinciale!!;-);-);-);-);-)
Citazione
-1 #3 pibinco!!! 2010-06-08 13:19
macché grazie a Leopoldo Marrapese si è avuto il coraggio di mettere l'attenzione sulle norme che disciplinano l'erogazione dei risarcimenti.... basta poi vedersi il verbale della seduta del consiglio.
Smettiamola di fare disinformazione, io non sono un estimatore dell'attuale maggioranza, ma amo la verità!!!
Bravo Marrapese e bravo Soi!!!
Citazione
0 #2 Marcoelle 2010-06-08 01:33
Bocca della verità puoi essere più chiaro?
Citazione
0 #1 Bocca della Verità 2010-06-07 22:15
Sig. Marrapese, i colleghi consiglieri ed in particolare il sig. Giannetto Soi lei li deve ringraziare perchè le hanno impedito di presentare la sua mozione che avrebbe semmai danneggiato i cittadini.
Citazione