Sotto l’albero di natale immondezza fino a carnevale. FOTO

IMAG0050Un natale triste e poco sentito quello di quest’anno dove i ricordi dell’alluvione sono ancora vivi; soprattutto ora che la Regione Sardegna ha rivoluto indietro i soldi dei contributi elargiti a decine di famiglie. A Capoterra non mancano solo le luminarie natalizie, che avrebbero dato un tocco di allegria a questo mesto paese, ma anche i netturbini. Noi di CapoterraOnLine abbiamo girato il paese in lungo e in largo per documentare e verificare quanto siano sporche le strade del nostro paese.
Da est a ovest, da nord a sud, l’intera cittadina, comprese le lottizzazioni ,sono in condizioni pessime: i margini delle strade sono invase da erbacce, rifiuti e carta di ogni genere, cicche di sigarette, bottiglie e lattine. Sembra la descrizione di una periferia di una grande città o peggio di una discarica a cielo aperto, ma purtroppo è la triste realtà che accompagna le nostre quotidiane passeggiate per le vie di Capoterra. Di chi è la colpa?
Oltre tre mesi fa avevamo aperto un primo post [ leggi articolo ] su questo degrado e ancora oggi la situazione non è cambiata nonostante l’intervento di un consigliere che ha esposto in Giunta comunale il problema. Ma nessuna risposta è giunta in merito. Iniziamo a credere che Capoterra sia ad un passo dal baratro. Speriamo di sbagliarci.
Presto pubblicheremo altre immagini del degrado.
{yoogallery src=[/images/stories/strade_sporche/] width=[150] height=[100] title=[Strade sporche] style=[lightbox] }

Stampa Email